Questo sito usa dei cookie. Se continui a navigare, vuol dire che sei d'accordo.

Vi anticipo subito che questa non sarà una recensione eseguita nella maniera convenzionale, quindi non starò lì a fare il resoconto dell’UNBOXING che tanto si usa fare. Posso anticiparvi che all’interno ci sono delle bustine, ma questo lo sanno tutti, e queste contengono dei mattoncini, inoltre ci sono le istruzioni e l’assenza totale di adesivi e questo è quanto.

La prima cosa che mi ha destato interesse, anzi stupore, ma che poi nemmeno è la sensazione giusta, è il fatto di trovare un intero sacchetto con all’interno pezzi completamente trasparenti, fatta eccezione per sparuti tile 1x2 con jumper centrale. È una cosa che mi ha fatto sorridere o gioire credo, e che allo stesso tempo mi ha convinto ad apprezzare molto di più il set che mi stavo per accingere a montare. In questa scatola ci sono molti più pezzi trasparenti di quanti non ne abbia mai posseduti nella mia breve vita da AFOL e la cosa mi ha davvero reso euforico. Chissà perché. Non me lo so spiegare nemmeno io, ma ero già molto gasato, euforico nel cominciare questa mia piccola avventura.

foto 01

Mentre che ci sono vorrei chiedere scusa per la tovaglia, ma non mi sono inizialmente preparato per fare una recensione seria e non voglio che lo sia. La meraviglia delle meraviglie, per quanto mi riguarda, è l’aver scoperto con questo set che esiste un brick 1x1 con stud laterale completamente trasparente. Ho una carriera breve come costruttore e piena di insuccessi, quindi ignoro che magari sia sempre esistito, ma mi piace pensare che sia stato stampato in questa “colorazione” appositamente per il set.

foto 02

Con la prima busta inizia subito il divertimento e la goduria allo stato puro, perché si passa alla realizzazione della fantomatica nave Leviathan. Questo è un gioiellino ideato in micro scala con una maestria da parte dell’ideatore in tutto ciò che ha pensato per realizzarla. Si evince sfogliando pagina dopo pagina che questo è un prodotto creato da un AFOL per la goduria di altri AFOL. Mentre seguivo le istruzioni, ero lì con la mente che cercavo di anticipare i passaggi successivi, ma molto spesso venivo sorpreso con soluzioni diverse dalle mie e molto più accattivanti.

foto 03

Ho ammirato molto con quale semplicità (3 pezzi tra i più comuni) sono stati creati i boccaporti per le cannoniere.
Per quanto riguarda l’assemblaggio della bottiglia, segnalo la realizzazione del fondo, dove c’è un trionfo di zigzagare di brick con stud laterale e plate vari. All’inizio mi è venuto da chiedermi che cosa stessi facendo. Solo alle battute finali avevo inteso lo scopo di tutto quel formicolare di pezzi che si concatenavano gli uni con gli altri, snottando spesso e volentieri i brick 1x1 con i modified dallo stud laterale. Stavo realizzando il fondo della bottiglia

foto 04
foto 05

Quando mi stavo accingendo ad inserire la nave all’interno, mi sono subito reso conto che usando i classici panel 4x3 che pensavo servissero e che erano in dotazione, non ci sarebbe stata. C’erano gli alberi delle vele (uno in particolare) che avrebbero impedito l’imbottigliamento di poco, pressoché un’inezia, ma che il software LDD avrebbe sicuramente rilevato come impedimento. Ho subito pensato di aver fatto qualche errore nel seguire le istruzioni, anche perché, vi confesso, che molto spesso le guardo di sfuggita senza prestare le dovute attenzioni. Invece, dopo un breve controllo, mi sono reso conto che tutto era al suo posto e che l’unico errore era stato quello di anticipare come mio solito le mosse dell’ideatore. Lui aveva previsto un montaggio ad hoc per ovviare a quel problema, pertanto gli alberi non erano di nessun impedimento. Jake Sadovich, al mio contrario, aveva usato dei panel 2x2 e solo in seguito quelli 2x3. In questo modo gli alberi rimangono sostanzialmente in una posizione denominata LEGAL ed accettabile quindi dal software LDD.

FOTO 06

Il resto della bottiglia ha poco da segnalare se non l’uso molto intelligente di utilizzare un cerchione di un’auto come se fosse la carta stagnola dorata che contorna il collo vicino al tappo. È molto bello, tra l’altro il tile round 2x2 rosso con la stampa; una chicca direi.

FOTO 07

Passerei a descrivere le mie sensazioni nel montare il piedistallo. Ci terrei subito a precisare che è un pezzo separato sul quale poggiare la SHIP IN THE BOTTLE e non incastrare per mezzo di stud. Vorrei quindi sfatare i puristi che gradiscono le MOC che siano tutte incastrate con almeno anche solo uno stud, altrimenti non lo considerano un montaggio legale. Se questo è legale per la LEGO, lo è per me e lo deve essere per tutti.
La parte più interessante in questo caso, però, è stato notare come in pochissimi passaggi ha invertito il senso di montaggio per poter inserire il DISH INVERTED con all’interno la stampa della bussola.
Osservate la figura qua sotto. Sto tenendo una parte con dei tile tondi gialli. Ecco, potete notare che lo andrò a posizionare in un alloggiamento senza incastrarlo. Lo poserò in maniera inverted e poi lo fermerò con dei tile 1x4 bianchi che lo terranno fermo, ma non incastrato con stud. Da lì non si potrà muovere ed è pronto per ricevere il quadrante della nostra bussola ed aggiungerei che è davvero fighissimo.

FOTO 08FOTO 09FOTO 10FOTO 11

Un’altra cosa che adoro, sono la targhetta stampata col nome della nave e i due mappamondi girevoli che io ho posizionato in maniera che con uno si potesse vedere le americhe, mentre con l’altro il vecchio mondo.

FOTO 12

Credo di aver detto tutto ed ovviamente è un set che mi sento con tutto il cuore di consigliarvi, anche perché da montare è molto divertente. Ci sono tante tecniche da imparare e farne tesoro, inoltre, resta comunque un bel oggettino da arredo che se non lo si gurada con attenzione nemmeno sembra fatto di LEGO.

FOTO 13

RLFM

I nostri forum

Gruppi affiliati

Calendario eventi

Visitatori

9.png8.png6.png5.png8.png4.png
Oggi2228
Ieri3987
Questa Settimana10195
Questo Mese76776
Totale986584

Informazione Visitatore

  • IP: 52.201.27.211
  • Browser: Unknown
  • Versione Browser:
  • Sistema Operativo: Unknown

Chi è Online

3
Online

Mercoledì, 20 Marzo 2019