12
Lun, Apr

Comunicati Stampa
Tools

La LEGO Foundation fa coppia con Play Included ™ C.I.C., per rafforzare e ottimizzare il programma di apprendimento basato su LEGO® per bambini neurodivergenti.

Ispirata dalle storie dei bambini autistici e dei loro genitori, la Fondazione LEGO si unisce a Play Included ™ per reinventare il programma "Brick-by-Brick ™" e aiutare i bambini e i giovani che possono trarre vantaggio dal supporto della comunicazione sociale per aumentare il benessere emotivo.

In vista della Giornata mondiale della consapevolezza sull'autismo il 2 aprile, la Fondazione LEGO annuncia il proprio sostegno a Play Included ™ CIC, un'impresa sociale con sede nel Regno Unito dedicata alla formazione di insegnanti e psicologi per utilizzare il gioco LEGO® a scopo terapeutico come parte del programma di successo Brick-by-Brick ™. La partnership si basa sulla convinzione condivisa che tutti i bambini dovrebbero avere pari opportunità nella vita per sviluppare l'ampio insieme di abilità necessarie per prosperare nel 21 ° secolo, come le abilità di comunicazione sociale. La LEGO Foundation e Play Included riconoscono e valorizzano i talenti unici dei bambini autistici e desiderano aiutarli a sostenerli attraverso la partnership. Insieme, rafforzeranno ed amplieranno il concetto di apprendimento Brick-by-Brick attraverso il gioco, raggiungendo più bambini di età compresa tra 5 e 18 anni che possono trarne beneficio.

Il programma Brick-by-Brick riunisce i bambini attraverso un interesse condiviso per il gioco LEGO in ambienti di gruppo che i bambini chiamano Brick Club. Al Brick Club, lavorano insieme per costruire modelli LEGO specifici o progettare e costruire le proprie creazioni LEGO freestyle in piccoli team. A turno padroneggiano i diversi ruoli del processo di costruzione fino a quando il modello non è completo, ad es. gruppi di tre saranno divisi in un ingegnere che fornisce le istruzioni, un fornitore che trova i mattoni pertinenti e un costruttore che mette insieme i pezzi. Poiché i bambini autistici possono aver bisogno di ulteriore supporto con la comunicazione sociale, il programma Brick-by-Brick può aiutare a rendere le interazioni più significative e coinvolgenti attraverso ruoli, regole e attività chiare. Costruendo e giocando insieme i bambini collaborano, comunicano, negoziano e risolvono problemi, sviluppando amicizie e creando opportunità sociali lungo il percorso in un ambiente sicuro e divertente, guidati da adulti che hanno seguito una formazione completa sulla facilitazione dell'apprendimento ludico.

"In Play Included, lavoriamo con la metodologia basata sulle evidenze alla base del programma Brick-by-Brick dal 2004", afferma la dott.ssa Gina Gomez de la Cuesta, fondatrice e direttrice di Play Included. “Ci sono molte ragioni per cui i bambini possono avere difficoltà con le relazioni sociali. Vogliamo aiutare più bambini neurodivergenti in tutto il mondo a fare amicizia e provare un senso di appartenenza e connessione. Siamo lieti di collaborare con la LEGO Foundation e abbiamo molti progetti entusiasmanti per i prossimi due anni, come aggiornare il programma Brick-by-Brick e creare una comunità per fare pratica e nuovi strumenti per monitorare i progressi, per citarne solo alcuni. Condividendo le migliori pratiche, stimolando la ricerca e offrendo risorse e formazione di alta qualità, speriamo di aiutare il maggior numero possibile di giovani che potrebbero beneficiare di questo programma divertente, coinvolgente ed efficace ".

Sfruttando gli strumenti e i framework basati sulle prove della LEGO Foundation e creando attività per la casa, la partnership vedrà il programma Brick-by-Brick rafforzato con maggiore enfasi sui contenuti di apprendimento ludici e sulla facilitazione. Saranno inoltre condotti studi per esplorare come questo concetto di apprendimento attraverso il gioco possa avere un impatto positivo sulla vita dei bambini con altre condizioni, come l'ADHD, l'ansia o coloro che hanno affrontato esperienze avverse nella prima infanzia. Insieme ai membri della comunità dell'autismo e ai partner accademici, verrà avviata una nuova ricerca, concentrandosi sull'impatto che il nuovo concetto sta avendo sui bambini che prendono parte al programma. Infine, un'ambizione chiave del partenariato è quella di estendere il programma a più paesi, aumentando al contempo la sua portata nei paesi esistenti.

 

Vantaggi del programma Brick-by-Brick

Mentre i bambini neurodivergenti possono spesso essere fraintesi a causa dei diversi modi di comunicare, hanno lo stesso bisogno e desiderio di tutti gli altri bambini; sentirsi compresi, accettati e costruire amicizie significative per raggiungere il loro pieno potenziale e le aspirazioni nella vita. I Brick Club offrono loro un'opportunità di apprendimento unica e giocosa per avere esperienze sociali positive, connettersi con gli altri su un interesse condiviso, migliorare il benessere emotivo e sviluppare amicizie. Iniziative ludiche e di supporto sociale come Brick Club possono anche aiutare a ridurre eventuali esiti negativi come l'isolamento sociale e problemi di salute mentale e aiutare a costruire una maggiore consapevolezza sociale e l'accettazione dell'autismo.

"Non si tratta solo di aiutare i BAMBINI OGGI, ma GLI ADULTI CHE DIVENTERANNO DOMANI", afferma LC Groux-Moreau, adulto autistico, consulente per la National Autistic Society del Regno Unito. "Lo sviluppo dell'infanzia è un fattore determinante per il benessere sociale ed emotivo di una persona. Ciò può a sua volta avere un impatto sulla salute fisica e mentale, nonché sul successo accademico e sulle opportunità di lavoro in età adulta ".

Con studi nazionali che dimostrano che il 50-90% dei giovani adulti autistici è disoccupato o gravemente sottoccupato con molti problemi di salute mentale (ad esempio nel Regno Unito l'80% degli adulti autistici ha problemi di salute mentale a un certo punto della vita, contro il 25% del generale popolazione *), non è mai stato così critico sostenere attivamente lo sviluppo emotivo sociale nei bambini autistici.

Il programma Brick-by-Brick si basa sull'idea originale di utilizzare il gioco LEGO con i bambini autistici per supportare il loro sviluppo emotivo sociale, poiché molti spesso brillano per la loro attenzione ai dettagli e l'abilità con la costruzione LEGO. Questa metodologia è nota come "LEGO Based Therapy" ed è stata sviluppata nel 2004 dal dottor Dan LeGoff, un neuropsicologo pediatrico con sede negli Stati Uniti e ora ambasciatore di Play Included. La ricerca sulla terapia basata su LEGO ha mostrato risultati positivi per l'interazione sociale, la comunicazione, il comportamento e il benessere emotivo per bambini e giovani nello spettro dell'autismo.

Il Brick club mi ha aiutato a imparare a parlare con le persone e a non aver paura di parlare ad alta voce in un gruppo. Ho fatto nuove amicizie al Brick club e imparando a partecipare alle conversazioni ho trovato più facile parlare con i bambini a scuola, andare da solo a fare domande nei negozi e salire sull'autobus con un amico senza essere ansioso. Il Brick club è fantastico perché mi sento più fiducioso ", dice Ben, 11 anni, bambino autistico.

Mentre ogni persona a cui viene diagnosticato lo spettro autistico avrà il proprio profilo unico di interessi, punti di forza e bisogni, molti bambini autistici sono attratti dal gioco LEGO, forse perché è un giocattolo altamente sistematico e fa appello ai loro punti di forza in schemi e dettagli. Uno dei vantaggi riconosciuti del gioco LEGO per i bambini autistici è la coerenza nel modo in cui i mattoncini LEGO si adattano tutti allo stesso sistema LEGO in Play. Questa prevedibilità può aiutare i bambini che possono provare maggiore ansia in situazioni sociali, ad esempio se ci si aspetta che un bambino giochi con qualcuno di nuovo. I numerosi temi LEGO aiutano anche i bambini a praticare le loro abilità di immaginazione individualmente o in gruppo, e le istruzioni per questi set si adattano al modo metodico di pensare nell'autismo, consentendo al gioco di essere strutturato e prevedibile, anche all'interno di un contesto sociale. Ci sono un numero infinito di creazioni che possono essere realizzate, le possibilità sono infinite quindi ogni volta che si inizia una creazione, c'è il desiderio di svilupparla e renderla più grande e migliore.

"Il lavoro svolto da Play Included con il programma Brick-by-Brick è fonte di ispirazione ed è una vera testimonianza della filosofia della LEGO Foundation di 'Learning-through-Play'. Vale a dire che i metodi di insegnamento significativi, iterativi, gioiosi, socialmente interattivi e attivamente coinvolgenti aiutano tutti i bambini a sviluppare abilità di vita essenziali come la risoluzione dei problemi, la creatività, la comunicazione e la fiducia; attraverso il modo più potente e intuitivo che conoscono: il gioco", afferma Michelle Ndebele, Specialista del gioco e della salute presso la LEGO Foundation. "Il programma Brick-by-Brick è anche un concetto inclusivo che consente ai bambini neurotipici di apprendere e impegnarsi insieme ai loro coetanei neurodivergenti, dopotutto, la costruzione di relazioni è bidirezionale. Quindi, abbiamo grandi ambizioni affinché questo concetto garantisca opportunità di apprendimento più inclusive, giocose e non vediamo l'ora di vedere il programma portato a più bambini in tutto il mondo".

Entrambe le organizzazioni riconoscono che come società, abbiamo ancora molta strada da fare per comprendere appieno l'autismo e vedere questa diagnosi in una luce più positiva, riconoscendo come i bambini autistici spesso hanno uno stile di comunicazione naturalmente diverso, tra cui verbale e non verbale, e un modo diverso di socializzare. Questo è il primo di una serie di progetti relativi all'autismo che la Fondazione LEGO sosterrà. Attraverso collaborazioni e impegno con la comunità autistica, sperano di aiutare ad aumentare la comprensione e l'accettazione dell'autismo e sfidare lo stigma delle diagnosi di autismo in tutto il mondo.

Formazione aggiornata, guide pratiche, nuove risorse del Brick Club e materiali professionali saranno pronti entro la fine del 2021. Inoltre, ci sarà una comunità internazionale di pratica rinnovata e completamente formalizzata per consentire ai professionisti di connettersi e condividere idee. Infine, la prima di una serie di attività di gioco casalinghe per famiglie, per supportare la comunicazione, la connessione e la costruzione di relazioni, sono già state sviluppate insieme a consulenti autistici, partner accademici di Play Included e dipendenti LEGO che hanno una connessione con l'autismo. Per scaricare queste attività, scoprire come tuo figlio può partecipare al Brick Club o per saperne di più su Play Included e sul suo lavoro con la LEGO Foundation, visita https://playincluded.com.

I professionisti interessati a ricevere una formazione nel programma Brick-by-Brick possono iscriversi qui per i corsi che verranno lanciati alla fine del 2021.